Di cosa mi occupo

Viene definito rendering il processo di creazione di un’immagine a partire da uno spazio tridimensionale digitale. In sostanza è come poter fare un’istantanea di ciò che è rappresentato all’interno del computer. La somiglianza con la fotografia, dove invece l’istantanea viene fatta nel mondo reale, implica anche in questo caso una profonda conoscenza dei concetti di illuminazione, inquadratura e della teoria dei colori.

Se è vero che al giorno d’oggi è diventato molto più semplice realizzare dei rendering di media qualità, la capacità di raggiungere il fotorealismo richiede invece molta esperienza. In questo caso più che nella fotografia tradizionale, un ruolo fondamentale è da attribuire ai materiali che vengono applicati agli oggetti tridimensionali e dei quali è necessario conoscerne le proprietà fisiche (lucentezza, riflessione, indice di rifrazione, porosità, opacità, etc.). Pertanto una buona capacità di osservazione è fondamentale per raggiungere elevati standard, che restano comunque imprescindibili in alcuni settori come la realizzazione di rendering per cataloghi pubblicitari.

Uno dei vantaggi di elaborare immagini tramite rendering è sicuramente la possibilità di intervenire con modifiche più o meno importanti prima di arrivare al risultato finale che si desidera ottenere. Laddove un fotografo dovrebbe ricostruire un set fotografico interamente da zero per modificare una foto, è invece possibile cambiare alcuni parametri e rielaborare nuovamente l’immagine finale.

Come Lavoro

Il rendering è un processo altamente complesso, basato su una miscela selettiva di discipline legate a: fisica della luce, percezione visiva, matematica e sviluppo del software usato. Prima di iniziare questo processo, è molto importante conoscere i desideri del cliente in merito al risultato finale. Per questo prima di cominciare a lavorare imposto più prospettive dell’ambiente, dove in seguito andrò a posizionare gli oggetti d’arredamento desiderati.

Il secondo passo è posizionare le luci nel progetto. Questo step è di fondamentale importanza poiché come ogni buon fotografo sa bene, la luce è una componente essenziale per descrivere oggetti e inquadrature. Un buon progetto rischia di diventare di scarsa qualità e basso impatto visivo se non viene data sufficiente importanza allo studio delle fonti luminose. Non ultimo, la luce possiede intrinsecamente un forte potere emotivo e permette di trasmettere un’idea, un concetto ed una particolare sensazione.

La terza fase è la generazione dell’immagine digitale come bozza da fornire al cliente per ssaggiare tutti gli aspetti principali del progetto. Si può quindi aggiustare ed ottimizzare colori, posizionamento, luminosità ed altri aspetti dei soggetti rappresentati. Dopo aver ricevuto l’approvazione della bozza da parte del cliente, procedo alla realizzazione dell’immagine finale in alta risoluzione. In questo modo sarà possibile apprezzare tutti i dettagli più piccoli presenti nell’immagine e procedere al passo successivo, ovvero il fotoritocco finale.

Quasi tutte le immagini realizzate con software di rendering, hanno bisogno di un ulteriore step di miglioramento. Questo è dovuto al fatto che durante le fasi precedenti, si scende sempre a compromessi tra aspetti tecnici, tempi di realizzazione e anche limiti dei software stessi. In questa fase infatti cerco di migliorare l’aspetto finale dell’immagine e di renderla comunicativamente perfetta per gli scopi del cliente.Tutto il processo richiede infatti molta creatività e molta dimestichezza con vari software di progettazione, partendo dalla progettazione iniziale fino all’immagine finale.

Richiedi unpreventivo gratuito